Premio Strega 2014, le prime indiscrezioni sui candidati Sul Corriere della Sera Cristina Taglietti dà notizia della rinuncia di Aurelio Picca a concorrere per Bompiani, la casa editrice punterà su Antonio Scurati. Ecco i nomi dei possibili altri candidati e del favorito LA CRITICA QUOTIDIANA – “Non me la sento di partecipare a una competizione ossessionata dal pettegolezzo”, così Aurelio Picca rifiuta la candidatura al Premio Strega del suo “Un giorno di gioia” per Bompiani, parole riportate sul Corriere della Sera da Cristina Taglietti. E in effetti il più prestigioso riconoscimento letterario italiano è molto chiacchierato: è il 4 aprile il termine per le presentazione, da parte delle case editrici, degli autori tra cui verranno scelti i 12 candidati, ma già si inizia ad andare a caccia di indiscrezioni.FUORI PICCA, DENTRO SCURATI – Picca è fuori dunque: lo scrittore ha parlato ieri con la direttrice editoriale Elisabetta Sgarbi e ha declinato la proposta. “[…] questo è un libro singolare, che mi è costato tanto, non voglio che sia strattonato, trattato male, malmenato in una competizione in cui ci sono manovre e giochi editoriali inevitabili”, ha commentato ancora lo scrittore. Bompiani punterà dunque su “Il padre infedele” di Antonio Scurati, già classificatosi secondo nel 2009 con “Il bambino che sognava la fine del mondo”, dietro al vincitore Tiziano Scarpa e al suo “Stabat mater”. GLI ALTRI NOMI – Gli altri nomi? Quelli di cui sembra certa la partecipazione, secondo quanto scritto da Cristina Taglietti, sono: “Match nullo” di Luca Canali per Cavallo di ferro, “Viaggiatori di nuvole” di Giuseppe Lupo per Marsilio, “Ovunque proteggici” di Elisa Ruotolo per Nottetempo e “Unastoria”, graphic novel di Gipi, per Coconino Press (marchio di Fandango). Per il gruppo GeMS dovrebbe essere presentato “La vita in tempo di pace” di Francesco Pecoraro (Ponte alle Grazie) e per Feltrinelli “Non dirmi che hai paura” di ...

Premio Strega 2014, le prime indiscrezioni sui candidati

LA CRITICA QUOTIDIANA – ''Non me la sento di partecipare a una competizione ossessionata dal pettegolezzo'', così Aurelio Picca rifiuta la candidatura al Premio Strega del suo ''Un giorno di gioia'' per Bompiani, parole riportate sul Corriere della Sera da Cristina Taglietti...

Premio Strega 2014, Cristina Taglietti, Corriere della Sera, Aurelio Picca, Un giorno di gioia, Antonio Scurati, Il padre infedele, Francesco Piccolo, Il desiderio di essere come tutti, libri, lettura

Sul Corriere della Sera Cristina Taglietti dà notizia della rinuncia di Aurelio Picca a concorrere per Bompiani, la casa editrice punterà su Antonio Scurati. Ecco i nomi dei possibili altri candidati e del favorito


LA CRITICA QUOTIDIANA – “Non me la sento di partecipare a una competizione ossessionata dal pettegolezzo”, così Aurelio Picca rifiuta la candidatura al Premio Strega del suo “Un giorno di gioia” per Bompiani, parole riportate sul Corriere della Sera da Cristina Taglietti. E in effetti il più prestigioso riconoscimento letterario italiano è molto chiacchierato: è il 4 aprile il termine per le presentazione, da parte delle case editrici, degli autori tra cui verranno scelti i 12 candidati, ma già si inizia ad andare a caccia di indiscrezioni.

FUORI PICCA, DENTRO SCURATI – Picca è fuori dunque: lo scrittore ha parlato ieri con la direttrice editoriale Elisabetta Sgarbi e ha declinato la proposta. “[…] questo è un libro singolare, che mi è costato tanto, non voglio che sia strattonato, trattato male, malmenato in una competizione in cui ci sono manovre e giochi editoriali inevitabili”, ha commentato ancora lo scrittore. Bompiani punterà dunque su “Il padre infedele” di Antonio Scurati, già classificatosi secondo nel 2009 con “Il bambino che sognava la fine del mondo”, dietro al vincitore Tiziano Scarpa e al suo “Stabat mater”.

GLI ALTRI NOMI – Gli altri nomi? Quelli di cui sembra certa la partecipazione, secondo quanto scritto da Cristina Taglietti, sono: “Match nullo” di Luca Canali per Cavallo di ferro, “Viaggiatori di nuvole” di Giuseppe Lupo per Marsilio, “Ovunque proteggici” di Elisa Ruotolo per Nottetempo e “Unastoria”, graphic novel di Gipi, per Coconino Press (marchio di Fandango). Per il gruppo GeMS dovrebbe essere presentato “La vita in tempo di pace” di Francesco Pecoraro (Ponte alle Grazie) e per Feltrinelli “Non dirmi che hai paura” di Giuseppe Catozzella.

IL FAVORITO – Indiscrezioni sul possibile vincitore di questa edizione? Già ce ne sono. “Già lo scorso anno al Ninfeo si parlava di Piccolo come vincitore dell’edizione di quest’anno”,  afferma Picca. La candidatura da parte di Einaudi non è ancora arrivata, ma “Il desiderio di essere come tutti” sembra proprio il favorito.

5 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Premio Strega 2014, le prime indiscrezioni sui candidati

Premio Strega 2014, le prime indiscrezioni sui candidati Premio Strega 2014, Cristina Taglietti, Corriere della Sera, Aurelio Picca, Un giorno di gioia, Antonio Scurati, Il padre infedele, Francesco Piccolo, Il desiderio di essere come tutti, libri, lettura libreriamo.it

Sul Corriere della Sera Cristina Taglietti dà notizia della rinuncia di Aurelio Picca a concorrere per Bompiani, la casa editrice punterà su Antonio Scurati. Ecco i nomi dei possibili altri candidati e del favorito


LA CRITICA QUOTIDIANA – “Non me la sento di partecipare a una competizione ossessionata dal pettegolezzo”, così Aurelio Picca rifiuta la candidatura al Premio Strega del suo “Un giorno di gioia” per Bompiani, parole riportate sul Corriere della Sera da Cristina Taglietti. E in effetti il più prestigioso riconoscimento letterario italiano è molto chiacchierato: è il 4 aprile il termine per le presentazione, da parte delle case editrici, degli autori tra cui verranno scelti i 12 candidati, ma già si inizia ad andare a caccia di indiscrezioni.

FUORI PICCA, DENTRO SCURATI – Picca è fuori dunque: lo scrittore ha parlato ieri con la direttrice editoriale Elisabetta Sgarbi e ha declinato la proposta. “[…] questo è un libro singolare, che mi è costato tanto, non voglio che sia strattonato, trattato male, malmenato in una competizione in cui ci sono manovre e giochi editoriali inevitabili”, ha commentato ancora lo scrittore. Bompiani punterà dunque su “Il padre infedele” di Antonio Scurati, già classificatosi secondo nel 2009 con “Il bambino che sognava la fine del mondo”, dietro al vincitore Tiziano Scarpa e al suo “Stabat mater”.

GLI ALTRI NOMI – Gli altri nomi? Quelli di cui sembra certa la partecipazione, secondo quanto scritto da Cristina Taglietti, sono: “Match nullo” di Luca Canali per Cavallo di ferro, “Viaggiatori di nuvole” di Giuseppe Lupo per Marsilio, “Ovunque proteggici” di Elisa Ruotolo per Nottetempo e “Unastoria”, graphic novel di Gipi, per Coconino Press (marchio di Fandango). Per il gruppo GeMS dovrebbe essere presentato “La vita in tempo di pace” di Francesco Pecoraro (Ponte alle Grazie) e per Feltrinelli “Non dirmi che hai paura” di Giuseppe Catozzella.

IL FAVORITO – Indiscrezioni sul possibile vincitore di questa edizione? Già ce ne sono. “Già lo scorso anno al Ninfeo si parlava di Piccolo come vincitore dell’edizione di quest’anno”,  afferma Picca. La candidatura da parte di Einaudi non è ancora arrivata, ma “Il desiderio di essere come tutti” sembra proprio il favorito.

5 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati

Chiara Giunta, la felicità di scrivere e la Sicilia degli anni Sessanta dalla parte delle donne
le case editrici nella condizione di puntare tutto su nomi già affermati e questo a scapito di nuovi scrittori. Forse abbiamo un futuro premio Nobel ...

Tutto pronto per il Festival della Mente, dedicato alla creatività e ai processi creativi
MILANO - Il primo festival in Europa dedicato alla creatività e ai processi creativi. Parte oggi a Sarzana il Festival della Mente, promosso dalla Fondazione ...

Gli scatti di Aurelio Amendola celebrano 450 anni dalla morte di Michelangelo
Alle Cappelle Medicee di Firenze la mostra “Il potere dello sguardo” fino al 15 marzo 2014 MILANO – Il prossimo 18 febbraio 2014 ...

Walter Siti, ''Vincere il Premio Strega cambia la vita dal punto di vista economico, non professionale''
a Gavoi, l’autore di “Exit Strategy” ci spiega come è cambiata la sua vita da “vincitore in carica” del Premio Strega e anche cosa andrebbe ...

Questo non è amore, un libro inchiesta per dire basta ai maltrattamenti sulle donne
Venti voci di dolore, forza e speranza in “Questo non è amore”, a cura delle giornaliste del “Corriere”. Per fermare la violenza MILANO ...

Posti dove leggere un libro. Qual è il vostro luogo preferito da dedicare alla lettura?
A letto
Al bar
Al parco/all'aria aperta
In biblioteca
In cucina
In libreria
In sala d'attesa
In viaggio
Sui mezzi pubblici
Sul divano di casa

LIBRERIAMO - La piazza digitale per chi ama i libri e la cultura.
Testata giornalistica Aut. Trib.di Milano n° 168 del 30/03/2012. Condizioni di utilizzo del sito
Per contattarci: redazione@libreriamo.it - ©2012 tutti i diritti riservati P.le Biancamano, 1 - 20154 - Milano (MI) - Tel: + 39 02 20404212 - P.Iva: 06286930968
Proprietà intellettuale: Libreriamo - Associazione culturale - Creato da mavilab.it  -  Area riservata