Premio Strega 2014, le prime indiscrezioni sui candidati Sul Corriere della Sera Cristina Taglietti dà notizia della rinuncia di Aurelio Picca a concorrere per Bompiani, la casa editrice punterà su Antonio Scurati. Ecco i nomi dei possibili altri candidati e del favorito LA CRITICA QUOTIDIANA – “Non me la sento di partecipare a una competizione ossessionata dal pettegolezzo”, così Aurelio Picca rifiuta la candidatura al Premio Strega del suo “Un giorno di gioia” per Bompiani, parole riportate sul Corriere della Sera da Cristina Taglietti. E in effetti il più prestigioso riconoscimento letterario italiano è molto chiacchierato: è il 4 aprile il termine per le presentazione, da parte delle case editrici, degli autori tra cui verranno scelti i 12 candidati, ma già si inizia ad andare a caccia di indiscrezioni.FUORI PICCA, DENTRO SCURATI – Picca è fuori dunque: lo scrittore ha parlato ieri con la direttrice editoriale Elisabetta Sgarbi e ha declinato la proposta. “[…] questo è un libro singolare, che mi è costato tanto, non voglio che sia strattonato, trattato male, malmenato in una competizione in cui ci sono manovre e giochi editoriali inevitabili”, ha commentato ancora lo scrittore. Bompiani punterà dunque su “Il padre infedele” di Antonio Scurati, già classificatosi secondo nel 2009 con “Il bambino che sognava la fine del mondo”, dietro al vincitore Tiziano Scarpa e al suo “Stabat mater”. GLI ALTRI NOMI – Gli altri nomi? Quelli di cui sembra certa la partecipazione, secondo quanto scritto da Cristina Taglietti, sono: “Match nullo” di Luca Canali per Cavallo di ferro, “Viaggiatori di nuvole” di Giuseppe Lupo per Marsilio, “Ovunque proteggici” di Elisa Ruotolo per Nottetempo e “Unastoria”, graphic novel di Gipi, per Coconino Press (marchio di Fandango). Per il gruppo GeMS dovrebbe essere presentato “La vita in tempo di pace” di Francesco Pecoraro (Ponte alle Grazie) e per Feltrinelli “Non dirmi che hai paura” di ...

Premio Strega 2014, le prime indiscrezioni sui candidati

LA CRITICA QUOTIDIANA – ''Non me la sento di partecipare a una competizione ossessionata dal pettegolezzo'', così Aurelio Picca rifiuta la candidatura al Premio Strega del suo ''Un giorno di gioia'' per Bompiani, parole riportate sul Corriere della Sera da Cristina Taglietti...

Premio Strega 2014, Cristina Taglietti, Corriere della Sera, Aurelio Picca, Un giorno di gioia, Antonio Scurati, Il padre infedele, Francesco Piccolo, Il desiderio di essere come tutti, libri, lettura

Sul Corriere della Sera Cristina Taglietti dà notizia della rinuncia di Aurelio Picca a concorrere per Bompiani, la casa editrice punterà su Antonio Scurati. Ecco i nomi dei possibili altri candidati e del favorito


LA CRITICA QUOTIDIANA – “Non me la sento di partecipare a una competizione ossessionata dal pettegolezzo”, così Aurelio Picca rifiuta la candidatura al Premio Strega del suo “Un giorno di gioia” per Bompiani, parole riportate sul Corriere della Sera da Cristina Taglietti. E in effetti il più prestigioso riconoscimento letterario italiano è molto chiacchierato: è il 4 aprile il termine per le presentazione, da parte delle case editrici, degli autori tra cui verranno scelti i 12 candidati, ma già si inizia ad andare a caccia di indiscrezioni.

FUORI PICCA, DENTRO SCURATI – Picca è fuori dunque: lo scrittore ha parlato ieri con la direttrice editoriale Elisabetta Sgarbi e ha declinato la proposta. “[…] questo è un libro singolare, che mi è costato tanto, non voglio che sia strattonato, trattato male, malmenato in una competizione in cui ci sono manovre e giochi editoriali inevitabili”, ha commentato ancora lo scrittore. Bompiani punterà dunque su “Il padre infedele” di Antonio Scurati, già classificatosi secondo nel 2009 con “Il bambino che sognava la fine del mondo”, dietro al vincitore Tiziano Scarpa e al suo “Stabat mater”.

GLI ALTRI NOMI – Gli altri nomi? Quelli di cui sembra certa la partecipazione, secondo quanto scritto da Cristina Taglietti, sono: “Match nullo” di Luca Canali per Cavallo di ferro, “Viaggiatori di nuvole” di Giuseppe Lupo per Marsilio, “Ovunque proteggici” di Elisa Ruotolo per Nottetempo e “Unastoria”, graphic novel di Gipi, per Coconino Press (marchio di Fandango). Per il gruppo GeMS dovrebbe essere presentato “La vita in tempo di pace” di Francesco Pecoraro (Ponte alle Grazie) e per Feltrinelli “Non dirmi che hai paura” di Giuseppe Catozzella.

IL FAVORITO – Indiscrezioni sul possibile vincitore di questa edizione? Già ce ne sono. “Già lo scorso anno al Ninfeo si parlava di Piccolo come vincitore dell’edizione di quest’anno”,  afferma Picca. La candidatura da parte di Einaudi non è ancora arrivata, ma “Il desiderio di essere come tutti” sembra proprio il favorito.

5 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Premio Strega 2014, le prime indiscrezioni sui candidati

Premio Strega 2014, le prime indiscrezioni sui candidati Premio Strega 2014, Cristina Taglietti, Corriere della Sera, Aurelio Picca, Un giorno di gioia, Antonio Scurati, Il padre infedele, Francesco Piccolo, Il desiderio di essere come tutti, libri, lettura libreriamo.it

Sul Corriere della Sera Cristina Taglietti dà notizia della rinuncia di Aurelio Picca a concorrere per Bompiani, la casa editrice punterà su Antonio Scurati. Ecco i nomi dei possibili altri candidati e del favorito


LA CRITICA QUOTIDIANA – “Non me la sento di partecipare a una competizione ossessionata dal pettegolezzo”, così Aurelio Picca rifiuta la candidatura al Premio Strega del suo “Un giorno di gioia” per Bompiani, parole riportate sul Corriere della Sera da Cristina Taglietti. E in effetti il più prestigioso riconoscimento letterario italiano è molto chiacchierato: è il 4 aprile il termine per le presentazione, da parte delle case editrici, degli autori tra cui verranno scelti i 12 candidati, ma già si inizia ad andare a caccia di indiscrezioni.

FUORI PICCA, DENTRO SCURATI – Picca è fuori dunque: lo scrittore ha parlato ieri con la direttrice editoriale Elisabetta Sgarbi e ha declinato la proposta. “[…] questo è un libro singolare, che mi è costato tanto, non voglio che sia strattonato, trattato male, malmenato in una competizione in cui ci sono manovre e giochi editoriali inevitabili”, ha commentato ancora lo scrittore. Bompiani punterà dunque su “Il padre infedele” di Antonio Scurati, già classificatosi secondo nel 2009 con “Il bambino che sognava la fine del mondo”, dietro al vincitore Tiziano Scarpa e al suo “Stabat mater”.

GLI ALTRI NOMI – Gli altri nomi? Quelli di cui sembra certa la partecipazione, secondo quanto scritto da Cristina Taglietti, sono: “Match nullo” di Luca Canali per Cavallo di ferro, “Viaggiatori di nuvole” di Giuseppe Lupo per Marsilio, “Ovunque proteggici” di Elisa Ruotolo per Nottetempo e “Unastoria”, graphic novel di Gipi, per Coconino Press (marchio di Fandango). Per il gruppo GeMS dovrebbe essere presentato “La vita in tempo di pace” di Francesco Pecoraro (Ponte alle Grazie) e per Feltrinelli “Non dirmi che hai paura” di Giuseppe Catozzella.

IL FAVORITO – Indiscrezioni sul possibile vincitore di questa edizione? Già ce ne sono. “Già lo scorso anno al Ninfeo si parlava di Piccolo come vincitore dell’edizione di quest’anno”,  afferma Picca. La candidatura da parte di Einaudi non è ancora arrivata, ma “Il desiderio di essere come tutti” sembra proprio il favorito.

5 marzo 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati

"Un paradiso triste", romanzo metafora della vita di ognuno di noi
Pubblichiamo la recensione di Ida Cimmino per la precisione e l' estrema profondità nell'analisi del testo di Tanzj   “Io gli ...

Accadde oggi - 25 aprile
Si celebrano oggi gli anniversari della scomparsa di due personalità di spicco della letteratura italiana, Torquato Tasso ed Emilio Salgari   ...

Estate 2013, le novità proposte da Feltrinelli
Narrativa per ragazzi, saggi e romanzi nelle proposte di lettura estiva della casa editrice MILANO – Dalla narrativa per ragazzi alle monografie ...

L'oroscopo dei libri - dall'8 al 14 aprile
Oroscopo settimanale a cura del blog Astramentis. Analizziamo la settimana che va dal 8 al 14 Aprile 2013 LIBRI & ASTRI – ...

Marco Missiroli, ''Il segreto per realizzare un buon libro? Scrivere per come si è''
Il finalista del Premio Campiello parla del suo libro e analizza lo stato della lettura in Italia ...

Bronzi di Riace a Milano per l'Expo, un’opportunita’ per la cultura italiana agli occhi del mondo. Siete d'accordo?
No, non è necessario ed è oltretutto rischioso traspostare queste opere, la cui fragilità strutturale è ben conosciuta
Si, l'Expo rappresenta una vetrina per il meglio del Made in Italy

LIBRERIAMO - La piazza digitale per chi ama i libri e la cultura.
Testata giornalistica Aut. Trib.di Milano n° 168 del 30/03/2012. Condizioni di utilizzo del sito
Per contattarci: redazione@libreriamo.it - ©2012 tutti i diritti riservati P.le Biancamano, 1 - 20154 - Milano (MI) - Tel: + 39 02 20404212 - P.Iva: 06286930968
Proprietà intellettuale: Libreriamo - Associazione culturale - Creato da mavilab.it  -  Area riservata